Resine
Il consolidamento delle fondazioni con resine espandenti è la tecnologia meno invasiva in assoluto per consolidare il nodo terreno fondazione.

  • Carattistiche tecnico prestazionali:
    Utilizzate per edifici pubblici e privati, industriali e storici, le resine espandenti per fondazioni sono, infatti, ideali per:  
    - il recupero di edifici interessati da cedimenti differenziali delle fondazioni (in particolare quelli legati a presenza di terreni argillosi sensibili alle variazioni di umidità); 
    - il riempimento di cavità sotterranee; 
    - la stabilizzazione di pavimentazioni (industriali e non); 
    - l’incremento delle caratteristiche geomeccaniche dei terreni in vista di sopraelevazioni, incrementi di carico e adeguamenti sismici. 
    SYStab, per il consolidamento delle fondazioni, utilizza un sistema esclusivo basato sull’iniezione nel terreno, all’interfaccia con la fondazione, di resine bicomponenti fortemente espansive. L’iniezione e il consolidamento con resine avviene a lenta espansione (tempi di reazione superiori al minuto) mediante esecuzione di piccoli fori (diametro massimo 25mm). Le resine attraversano tutta la fondazione, fino al piano di appoggio, all’interno de quale viene predisposto il tubicino di iniezione. Inoltre, l’azione espandente della resina consente la sua diffusione nel terreno con un raggio di azione consolidante, per le georesine SYStab, mediamente di 1,5 m. 
    Tutta la fase d’iniezione è poi seguita dal Tecnico Operativo Specializzato SYStab che mantiene costantemente la struttura sottoposta a monitoraggio con livelli laser, per la verifica delle controspinte e dei sollevamenti bilanciati che la tecnica attiva può produrre. In particolare le resine impiegate da SYStab hanno caratteristiche fisiche e meccaniche specificamente studiate per ottenere risultati di consolidamento duraturi ed avere un comportamento eccellente nel sottosuolo dove devono esplicare la loro funzione. 
    Tra gli effetti indotti positivi non va dimenticato quello determinato dalla riattivazione di tutti i punti della fondazione, infatti questa tecnica come tutte le tecniche attive dà immediato sollievo alla struttura minimizzando il rischio di assestamenti imprevedibili in durata ed entità (difetto sempre presente con tecniche non attive come i micropali tradizionali ed i pali trivellati in genere). Il sistema di consolidamento con resine espandenti ha un suo campo di applicazione in cui può garantire risultati definitivi ed affidabili e spesso può essere migliore di un intervento troppo localizzato con i micropali con conseguente irrigidimento parziale della struttura e successivo cedimento della porzione non consolidata, così come un intervento con pali mal o per nulla collegati alla struttura da consolidare.
© Copyright 2018. Edilizia in Rete - Privacy policy